Piazzetta Porta Gabolo 1

vedi su Google Maps

Orario invernale
(dal 1° novembre al 31 marzo)
Festivi e prefestivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00

Orario primaverile
(dal 1° aprile al 31 maggio)
Festivi e prefestivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.00


Feste Medioevali “Brisighella Medioevale 1413”

1 e 2 giugno 2024 dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00

La Rocca e la Torre saranno visitabili solo acquistando il biglietto delle Feste Medioevali (7 euro intero, gratuito fino ai 14 anni. Ridotto residenti Comune di Brisighella 1 euro), insieme al quale verrà consegnato anche un biglietto omaggio per visitare il Museo Ugonia.
Chi si recherà prima in visita al Museo Ugonia avrà diritto al biglietto gratuito, mentre per l’accesso alla Rocca e alla Torre dovrà comunque acquistare il biglietto delle Feste Medioevali.


Orario estivo
(dall’8 giugno al 30 settembre)
Festivi e prefestivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00

Fino al 1 settembre: “Omaggio al Guercino” mostra personale di Giulio Ruffini.

Il museo

Il Museo Giuseppe Ugonia di Brisighella, aperto nell’ottobre del 1994 nell’ottocentesco palazzo della Pretura in Piazza Marconi, raccoglie circa quattrocento pezzi, tra litografie, incisioni e acquerelli, che furono donati dalla moglie, Elena Mignini Ugonia, nel 1984, con l’archivio delle memorie dell’artista. Una selezione delle opere di maggiore rilievo è qui esposta. Altre sono conservate anche al Gabinetto Nazionale delle Stampe di Roma e al Gabinetto dei Disegni e delle Stampe delle Gallerie degli Uffizi di Firenze e sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private.

Giuseppe Ugonia

Giuseppe Ugonia (Faenza, 1881 – Brisighella, 1944), Figlio di genitori nativi di Brisighella, frequenta la Scuola di Arti e Mestieri di Faenza, studiando il disegno e la litografia. Amico e compagno di studi di Domenico Baccarini, Ugonia entra a far parte del suo cosiddetto cenacolo, assieme ad altri coetanei destinati come lui a carriere di livello nazionale tra le due guerre. Nel 1908 ottiene il diploma all’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Nel 1909 si trasferisce a Brisighella, dove assume l’incarico di insegnante presso la locale Scuola di Disegno e rimarrà tutta la vita.

I suoi interessi sono già indirizzati verso la tecnica litografica (tecnica di stampa delle immagini basata sull’utilizzo di una pietra calcarea come matrice piana)
nella quale diverrà un maestro riconosciuto a livello europeo. Nel 1912 viene contattato dal Senefelder Club di Londra che già l’anno successivo lo invita alla mostra di Brighton dedicata alla litografia originale moderna.
Nel 1914 ottiene la Medaglia d’Oro alla Esposizione Internazionale del Libro di Dresda, partecipa per la prima volta alla Biennale di Venezia e viene segnalato dalla rivista “The Studio”.

Dopo la guerra Ugonia torna a Brisighella ed è già un artista affermato, presente alle principali esposizioni del periodo. Negli anni Trenta continua a ottenere successi, inviti e segnalazioni: nel 1934 è nuovamente invitato dal Senefelder Club di Londra ad esporre alla Mostra Internazionale di Litografia e nel 1935 espone a Buenos Aires e ad Ottawa.
La sua distillata produzione litografica si interseca con una vastissima attività incisoria che trova le sue occasioni nella vita della piccola comunità brisighellese: biglietti augurali, inviti e menù per nozze e cerimonie. Per decenni, nonostante inviti e pressioni per assumere incarichi di maggior prestigio, Ugonia si è dedicato a raffigurare quasi esclusivamente i luoghi e gli scenari naturalistici di Brisighella: privandoli di tempo particolare, rendendoli assoluti e facendoli assurgere a icone dell’arte del Novecento, non solo italiano, tra impareggiabile perfezione tecnica e alto sentire poetico.

Galleria